Sfida:

Quando si verifica il fenomeno del ballooning o di sfiato della formazione, hanno luogo perdite di fanghi di trivellazione in proporzione alle percentuali di pompaggio, per poi tornare quando le pompe vengono spente. Sfida frequente presentata da fanghi non acquosi comprimibili attraverso formazioni deboli, il ballooning inizia quando la densità circolante equivalente (ECD) supera il punto di frattura della formazione. Piccole fratture si aprono, lasciando penetrare il fango di perforazione nella formazione. L'Ecd include sia la pressione idrostatica del fluido (peso del fango) che la pressione sull'anello causata dalla circolazione. Quando la circolazione si arresta, le perdite di pressione anulare vengono eliminate. Nel caso del ballooning, quando le pompe vengono spente, arrestando la circolazione, la densità del fluido è ridotta al peso del fango, che non è sufficiente a tenere aperta la formazione fratturata. Il fango di perforazione perso viene spinto fuori dalla formazione con la chiusura delle fratture. I ritorni possono essere inizialmente ed erroneamente malinterpretati come una spinta e possono essere contaminati con fluidi e gas della formazione. Quando si verifica il fenomeno del ballooning, le operazioni del pozzo devono presupporre una spinta e impiegare i sistemi di controllo del pozzo fino a quando il ballooning stesso non sia stabile e parametrato. Quindi, i volumi e le pressioni devono essere diligentemente monitorati per garantire che la formazione stia solo rimandando i volumi persi.

Soluzioni:

La gestione dell'Ecd è fondamentale per prevenire la formazione del fenomeno del ballooning. Per l'ambiente in acque profonde, Newpark offre due soluzioni, il fango di perforazione a base di acqua dalle elevate prestazioni DeepDrill (Hpwbdf) e il fango di perforazione a base sintetica e a basso ECD Kronos.

Il sistema DeepDrill System combatte il fenomeno del ballooning e le perdite: In quanto soluzione a base di acqua, il DeepDrill Hpwbdf presenta un vantaggio rispetto ai fanghi non acquosi per via del fatto che il suo fango a base di salamoia ha una capacità di compressione minima rispetto ai fanghi non acquosi. Se un fango di perforazione si comprime sotto pressione, il volume di barite aumenta rispetto al volume del fango di perforazione stesso, aumentando il peso di fango del fluido. Questo può essere sufficiente a causare la frattura della formazione e a indurre il fenomeno del ballooning.

Sistema Kronos a base sintetica e a basso Ecd: Il sistema Kronos™ a basso ECD è una soluzione a base sintetica concepita specificamente per ridurre l'ampiezza dei picchi ECD tramite la minimizzazione delle perdite di pressione e l'ottimizzazione della portata. Queste caratteristiche vengono ottenute a qualsiasi densità del fango, riducendo le caratteristiche reologiche totali del fluido, minimizzando al tempo stesso il potenziale di cedimento. Il sistema Kronos a basso ECD è adeguato per sezioni più profonde dei pozzi con un diametro stretto del foro.