Gumbo E Scisto Reattivo

Sfida:

I fanghi di perforazione a base di acqua spesso superano i fanghi di perforazione non acquosi in termini di gestione Ecd, analisi del serbatoio, protezione dell’ambiente, della salute e della sicurezza e velocità di penetrazione. Tuttavia, in assenza di un'adeguata inibizione dello scisto, la fase acquosa dei fanghi di perforazione idraterà argilla, gumbo e scisti reattivi causando rigonfiamenti, instabilità del pozzo, elevati livelli di coppia e trascinamento e otturazione dei tubi. L'inibizione dello scisto è influenzata da pressione differenziale, osmosi chimica (attività dell'acqua), diffusione (scambio di ioni) e la creazione di una membrana fango / scisto. I fanghi di perforazione inibiscono l'idratazione tramite questi cinque meccanismi:

  • Chimica dei polioli, che riduce l'attività dell'acqua e consente lo sviluppo della membrana.
  • Fase emulsionata, che migliora la membrana e riveste le superfici della formazione con una pellicola non acquosa.
  • Salinità supplementare, che riduce l'attività dell'acqua.
  • Silicati, che precipitano negli spazi porosi e sulle superfici di scisti e tagli.
  • Ammina, che si lega attivamente ai siti di scambio nelle argille.

Soluzioni:

Indipendentemente dal fluido base, la membrana fango di perforazione / scisto è la chiave per ottenere successo nell'inibire adeguatamente scisti altamente reattivi. La fase emulsionata di fanghi di perforazione non acquosi (a base di olio, minerale o sintetica) fornisce una membrana ideale semi-permeabile, mentre la salinità supplementare fornita dal cloruro di calcio controlla l'attività idrica della fase emulsionata. Nei fanghi di perforazione a base di acqua, la membrana deve essere costruita con l'uso della chimica dei polioli. Scisti con argille minime e meno reattive, come gli obiettivi di numerose sedi onshore non convenzionali, possono spesso essere inibiti senza la piena formazione di una membrana. Gli scienziati presso il laboratorio del Newpark Technology Center possono analizzare campioni di scisto, stabilendo le quantità e i tipi di argilla presenti negli scisti. Basandosi su un'esperienza di decenni nell'ambito dell'inibizione dello scisto, gli scienziati possono quindi formulare un pacchetto di inibizione adeguato per quel determinato scisto.

L'Hpwbm inibisce lo scisto, Offshore Mar Mediterraneo: Mentre effettuava trivellazioni direzionali in uno scisto altamente reattivo con un fango di perforazione convenzionale al polimero di KCl, un operatore ha incontrato problemi di stabilità del foro quali asportazione dello scisto, condotte ostruite, perdita di gruppi di fondo foro e difficoltà nel gestire la carcassa. Newpark ha proposto il sistema a base di acqua dalle elevate prestazioni DeepDrill per la sua comprovata capacità di inibire e proteggere anche gli scisti più reattivi.

Soluzione di fanghi di perforazione a base di acqua per un campo difficile in acque profonde nel Golfo del Messico: Lo sviluppo di un campo in acque profonde nel Golfo del Messico presentava numerose difficoltà per un unico operatore, incluse complesse geometrie del foro, formazioni impilate, strutture di sale, scisto altamente reattivo, zone esaurite e la minaccia della formazione di idrati di gas.

Un nuovo sistema a emulsione inversa che impiega una fase interna di poliglicerolo: Le prestazioni di perforazione di fanghi non acquosi sono migliorate grazie all'uso di un poliglicerolo come fase emulsionata al posto della salamoia di cloruro di calcio, stabilendo la membrana scisto / fango e controllando l'attività dell'acqua.

Applicazione di fanghi di perforazione a base di acqua dalle alte prestazioni nei pozzi orizzontali di Woodbine: Nella progettazione di una soluzione di fanghi di perforazione a base di acqua dalle elevate prestazioni per le arenarie laterali di Woodbine, il laboratorio di Newpark ha impiegato l'analisi della diffrazione a raggi x e della fluorescenza a raggi x dei tagli da un pozzo vicino per stabilire che l'arenaria conteneva scisti interstiziali con illite e strati misti di argilla. Il consiglio circa l'inibitore è stato affidato al team tecnico, che ha formulato e implementato un sistema Evolution per quella sede.

Il sistema DeepDrill elimina le perdite e migliora la registrazione di dati geofisici in foro in acque profonde nel Golfo del Messico: Un operatore ha pianificato di trivellare un pozzo a Green Canyon 82. In pozzi precedentemente praticati in quel blocco l'operatore ha sperimentato perdite significative di fanghi a base sintetica nella sezione intermedia. Il piano corrente del pozzo includeva un programma esteso di valutazione della formazione a profondità totale, che avrebbe richiesto di lasciare esposto il pozzo per vari giorni durante le operazioni di registrazione di dati geofisici in foro e di carotaggio.