Tramite vari meccanismi di inibizione dello scisto, tra cui la chimica dei polioli, la fase emulsificata, una salinità supplementare, silicati e ammine, gli inibitori dello scisto minimizzano la capacità dell’acqua di idratare argilla, gumbo e scisti reattivi. L’idratazione causa rigonfiamenti, instabilità del pozzo, elevati livelli di coppia e trascinamento e otturazione dei tubi.