Ava può offrire servizi di controllo dei solidi e di gestione degli scarti che vengono progettati in maniera tale da mantenere l'integrità dei fanghi di perforazione, ridurre le perdite di fluidi e minimizzare l'impatto ambientale. La nostra gamma di soluzioni comprovate è disponibile per il trattamento di fanghi sia a base di olio sia a base di acqua. Si ottiene un'elaborazione rapida ed efficiente che riduce in maniera notevole i costi di trivellazione.

Il dipartimento aziendale ha sede centrale a Roma e una struttura dedicata è fornita presso ciascuna unità commerciale.


Centrifuga Di Decantazione

Questo tipo di attrezzatura è ampiamente utilizzato per controllare il peso e la viscosità del fango, rimuovere solidi fini e ultra fini (fino a 2 µm), recuperando agenti di ponderazione (barite) e acqua pulita (idroestrazione).

Ava può offrire centrifughe interamente idrauliche o con trasmissione a frequenza variabile con le seguenti specifiche minime:

Dimensioni del contenitore: da 14” (356 mm) a 18” (450 mm) di diametro
Tipo di trasmissione: Interamente idraulica / a frequenza variabile
Max. capacità di alimentazione: 40 m3/h
Intervallo di velocità del contenitore: 0 – 4000 rpm (fino a 3000 G)
Intervallo di velocità del nastro trasportatore: 0 – 100 rpm


Si veda qui di seguito un'installazione tipica con due unità interamente idrauliche:


Essiccatore Hi-G

Questo tipo di attrezzatura raggiunge l'obiettivo di recuperare il fluido di base dai tagli generati dai miscelatori del pozzo.
Può essere dotato di idrocicloni di varie dimensioni per rimuovere sabbia e limo dal fango di perforazione.

Deck a parete: 3 o 4
Angolazione della parete: da - 1° a + 7°
Tipo di parete: Pyramid e Pyramid Plus
Area della parete: secondo la norma API Rp 13C
Tipo di movimento: lineare o ellittico
Forza G: fino a 7,3 G
Sistema di trasmissione: Trasmissione diretta, 2 motori vibranti da 2,5 Hp


Essiccatore Verticale

L'essiccatore verticale dei tagli raggiunge il massimo livello di separazione di liquidi / solidi nell'elaborazione di grandi volumi.

È in grado di ridurre al minimo il volume degli scarti solidi, riducendo i costi di smaltimento. L'essiccatore verticale dei tagli è efficace sia con fanghi di perforazione a base di olio che con fanghi di perforazione a base sintetica.

Ridurre il volume dei tagli significa minori costi di trasporto e di smaltimento.

Il fluido recuperato (con un contenuto di olio di circa il 4% del peso) può essere rimandato al sistema di fanghi attivo per ridurre nuovi requisiti di fango e risparmiare denaro.

Capacità di trattamento: da 25 a 60 ton/h
Forza di separazione: fino a 540 G
Aperture della parete: da 210 a 500 µm
Olio su tagli: meno del 4% del peso
Requisiti di alimentazione: fino a 75 Hp


Unità Del Filtro / Filtro Pressa

L’unità con filtro a doppia cartuccia è l'unità con filtro a cartuccia più comunemente impiegata nel settore petrolifero. Questa unità con filtro montata su slitta rappresenta il metodo meno costoso per pulire i fluidi impiegati in campo petrolifero. Consente di eseguire configurazioni in serie / in parallelo e di filtrare con un contenitore sostituendo simultaneamente le cartucce scadute dell'altro contenitore, garantendo così un funzionamento ininterrotto.


L'unità di filtro pressa De ha un design e una struttura robusti che consentono una vasta gamma di applicazioni di filtraggio onshore e offshore. È specificamente concepita per il filtraggio del completamento del pozzo, di rilavorazione e dei fluidi con ghiaia.

La pressa è completa di un kit separato per la sospensione e di tutti gli elementi ausiliari necessari per eseguire un lavoro di filtraggio efficiente. Le piastre del filtro in polipropilene sono interamente incassate, quindi al 100% prive di gocce e con bassi valori di Ntu.


Numero di cartucce per ciascun contenitore: 50 cartucce
Flusso max. consigliato: 172 m3/h
Pressione di lavoro massima: 105 psi
Temperatura di lavoro massima: 70 °C
Diametro della cartuccia: 2,5”
Lunghezza della cartuccia: 40” di tipo plug in
Diametro del contenitore: 24”
Dimensioni del tubo: 4”


Flusso max. consigliato: fino a 5 m3/min
Pressione di lavoro massima: 7 bar
Temperatura di lavoro massima: 70 °C
Superficie di filtraggio: fino a 1500 ft2
Numero di piastre: fino a 40
Materiale delle piastre: Polipropilene
Impianto idraulico: Doppia pompa ad alta pressione


Sistema Di Idroestrazione

I tre principali componenti di un sistema di idroestrazione sono:

  • l'unità di flocculazione per la miscela e lo stoccaggio degli agenti di flocculazione
  • Il sistema di trasporto dei flocculanti (pompe di dosaggio)
  • Il dispositivo di separazione (centrifuga di decantazione)

La velocità di processo di un'unità di idroestrazione varia notevolmente con il variare delle proprietà della sospensione lavorata e dipende dal numero di centrifughe disponibile per l'unità di idroestrazione stessa.

Tutti i tagli e i fanghi verranno rimossi e sottoposti a idroestrazione lasciando solo acqua pulita e tagli asciutti. L'acqua pulita verrà riutilizzata e il fango in eccesso sarà elaborato attraverso l'unità di idroestrazione o trasferito e stoccato nella sede successiva per il riutilizzo in seguito a trattamento centrifugo nel pozzo successivo.


Laboratorio Dell'Impianto Di Trivellazione

L'ambiente di trivellazione richiede un luogo tranquillo e sicuro in cui eseguire le analisi delle perforazioni.

Una cabina specificamente progettata per i test di laboratorio aiuta a ridurre i costi di trivellazione complessivi del pozzo, aumentando al tempo stesso la sicurezza del personale dell'impianto.

La possibilità di effettuare i test sul posto elimina il tempo di attesa dei risultati che dovessero giungere da un laboratorio a diversi chilometri di distanza. Per il personale dell'impianto ciò significa maggiore precisione, minori costi e un tempo di risposta più rapido.

I laboratori presso l'impianto sono equipaggiati di tutti i kit per i test sui fluidi e tutte le sostanze chimiche per i test sui fluidi adeguate ai sistemi di fanghi di trivellazione in uso, secondo quanto indicato dalle più recenti edizioni di “API RP13B-1 and B2 Standard Procedure for Field Testing Drilling Fluid” (Procedura standard per l'esecuzione di test sul campo sui fanghi di perforazione API RP13B-1 e B2) e “API Rp 13J Testing of Heavy Brine” (Test di salamoie pesanti API Rp 13J).

Le attrezzature comprendono tutti i reagenti chimici necessari e le relative attrezzature in vetro per l'esecuzione dei test su tutti i fanghi a base di acqua, i fluidi di completamento e i fanghi di perforazione a base di olio per mantenere le proprietà del fluido.


Cesto Offshore

Ava ha la possibilità di fornire cesti per il trasporto di sostanze chimiche per attività offshore.

Per queste operazioni offshore tutti i prodotti chimici saranno manipolati unicamente utilizzando cesti autorizzati e certificati (Dnv - Rina).

I bancali caricati sul cesto saranno fissati tramite involucri di sicurezza per evitare cadute accidentali quando il cesto venga spostato e/o aperto.



Capacità di carico: 4 bancali, di dimensioni pari a 1,2 m x 1 m
Carico massimo: 8 tonnellate
Sicurezza: Pavimento a grate con adeguato contenimento in caso di perdita accidentale di prodotti liquidi
Movimentazione: punti di sollevamento per gru e carrello elevatore
Aperture: doppi cancelli per facilità di carico e scarico
Certificazione: Rina


Impianto Fango Liquido

Ava fornisce impianti per il confezionamento e lo stoccaggio di fanghi e salamoie a base di olio o di acqua. Questi impianti, detti Lmp, sono composti da serbatoi sistemati in container e mantenuti agitati o da silos verticali collegati a pompe centrifughe e tramogge di taglio per la miscela di fluidi di base e sostanze chimiche.