Nel caso dei fanghi di perforazione non acquosi, gli emulsionanti formano un’emulsione stabile di acqua in olio. Gli agenti bagnanti inumidiscono con petrolio i solidi di trivellazione e gli agenti addensanti, impedendo così a questi solidi di imbibirsi con acqua, cosa che può mettere a rischio la stabilità del sistema.